Biorigenerazione, il segreto per una pelle giovane

Biorigenerazione, il segreto per una pelle giovane

Biorigenerazione, il segreto per una pelle giovane

La biorigenerazione cutanea è una tecnica non invasiva per favorire il ringiovanimento del volto e del collo.

Questa metodica consiste nella stimolazione e attivazione delle cellule che producono fibre di collagene, mediante l’infiltrazione nel derma di acido ialuronico che va ad agire direttamente biorivitalizzando i tessuti.

La pelle è un organo estremamente complesso che si rigenera continuamente. Il ciclo di rinnovo dei tessuti cutanei è di circa 20-30 giorni nell’età della gioventù, che con il passare del tempo diventa progressivamente più lento. Infatti, i fibroblasti con l’avanzare dell’età perdono la loro capacità di produrre sostanze come acido ialuronico, collagene, elastina e tutte le altre molecole fondamentali che compongono il tessuto connettivo.

Qual’è la metodica del trattamento di biorigenerazione?

Il trattamento si compone di una serie di micro iniezioni di fiale di acido ialuronico da 4ml che vengono praticate su tutta la superficie da trattare, viso e décolleté. A seconda delle caratteristiche della pelle (fototipo, età, stile di vita, stress ossidativo, ecc.)  sono necessarie almeno 4 sessioni distanziate l’una dall’altra da almeno 15 giorni.

La procedura causa un leggero fastidio generalmente ben tollerato. Nelle ore successive il trattamento di biorigenerazione, la zona trattata sarà leggermente arrossata, per poi tornare al suo colorito naturale nel giro di poche ore. L’iter può variare da paziente a paziente. 

Qual’è la differenza tra biorigenerazione e filler all’acido ialuronico?

La biostimolazione del viso è un trattamento efficace e non invasivo. Il gel a base di acido ialuronico che viene iniettato è simile a quello usato come riempitivo (ovvero per i filler) ma con caratteristiche specifiche che lo rendono:

  • capace di attirare acqua e quindi idratare;
  • stimolare la formazione di nuovo collagene;
  • contrastare la formazione di radicali liberi;
  • rivitalizzare la pelle.

Inoltre, a differenza del semplice filler a base di acido ialuronico, la biorigenerazione ha una funzione terapeutica, ovvero non si limita a regalare solo benefici estetici, bensì agisce in profondità svolgendo una funzione terapeutica per il benessere e la salute della pelle.

Per chi è indicata la biorigenerazione?

Questo tipo di trattamento consente di ottenere un miglioramento dell’idratazione cutanea, del tono, dell’elasticità e del turgore della pelle, prevenendo i danni da ossidazione dovuti a fattori ambientali e migliorando gli inestetismi tipici di un tessuto cutaneo fragile e poco elastico.

Nell’ottica di un programma di ringiovanimento del viso e décolleté, le sedute di biorigenerazione possono essere eseguite in associazione ad altri trattamenti quali: peeling, lifting, blefaroplastica, botulino e trattamenti laser.

La biorigenerazione è indicata sia per le pelli giovani, ancora elastiche e vitali, in quanto il trattamento consente di rallentare il fisiologico processo di invecchiamento, sia per le pelli mature, per ridurre i segni del tempo riattivando la funzionalità cellulare.

 PRENOTA IL TUO CONSULTO GRATUITO

Foto indicativa: i risultati possono variare in base alle predisposizioni anatomiche e alla condizione iniziale del paziente