Caduta dei capelli: cosa fare per arrestarla

Caduta dei capelli: cosa fare per arrestarla

Caduta dei capelli: cosa fare per arrestarla

L’autunno è la stagione delle foglie che cadono, ma non solo di quelle. Infatti in questi mesi, ad ottobre in particolare, si assiste ad una maggiore perdita di capelli. Questo non deve spaventare poiché fa parte del normale processo di rinnovamento del capello.
La caduta di capelli, fino a un centinaio al giorno per le chiome più folte, è un normale processo fisiologico di ricambio della capigliatura. Crescita, caduta e ricrescita dei capelli, è un ciclo che si ripete circa 20 volte durante l’esistenza di un individuo.

Se non ci sono problematiche di altra natura, questa perdita stagionale non porta conseguenze sulla nostra chioma. Ci sono invece situazioni genetiche e patologiche che necessitano di terapie specifiche per essere risolte. In ogni caso il diradamento e la perdita dei capelli possono avere conseguenze psicologiche molto forti, a nessuno piace perdere la propria chioma, per questo è molto importante intervenire tempestivamente per evitarlo.

Caduta di capelli da stress

Benché non esistano prove sperimentali di una relazione tra stress e caduta dei capelli, statisticamente molte persone dimostrano sembrano essere la prova che questa correlazione esiste. L’alopecia psicogena è un disturbo psicosomatico causato dall’affaticamento e da tensioni nervose. Per risolverla la maggior parte delle volte basta eliminare le fonti dello stress.

Alopecia

Per alopecia si intende la perdita di peli e capelli o la loro degradazione fino al diradamento o alla scomparsa. Questo processo coinvolge il cuoio capelluto in maniera globale o solo parziale. Ci sono diversi tipi di alopecia, causati da disturbi differenti. La cosa fondamentale è sottoporsi a una visita specialistica per capire la causa specifica e intervenire sui fattori che causano il disturbo. Tra le più comuni c’è l’alopecia androgenetica: è una patologia ereditaria che porta a una progressiva caduta dei capelli sia negli uomini che nelle donne causata dagli ormoni androgeni che agiscono sul bulbo pilifero. L’alopecia seborroica invece causa la caduta dei capelli per colpa della seborrea, ovvero la produzione di sebo in eccesso. L’alopecia può avere anche cause specificamente ormonali come accesso di testosterone o disfunzioni alla tiroide.

Ci sono tre terapie che, abbinate a quelle specifiche per il tipo di disturbo di cui si soffre, possono aiutare a combattere il diradamento e favorire la ricrescita dei capelli.

La biorigenerazione con PRP

La biorigenerazione con PRP viene impiegata in ambito tricologico per contrastare l’invecchiamento dei capelli e la loro caduta a causa di patologie come l’alopecia androgenetica, l’alopecia cicatriziale e le disfunzioni ormonali.
Efficace nell’80% dei casi trattati, il PRP è una terapia rigenerativa che sfrutta l’effetto dei fattori di crescita autologhi (cioè appartenenti allo stesso paziente) ottenuti dalla centrifugazione del sangue in seguito ad un semplice prelievo. Il PRP consiste quindi nel prelevare direttamente dal paziente le piastrine ricche di fattori di crescita per poi iniettarli all’interno del cuoio capelluto favorendo così la crescita dei capelli.
In ambito tricologico, i fattori di crescita piastrinici regolano l’attività di vita dei bulbi e permettono appunto una migliore crescita dei fusti dei capelli ed una stimolazione delle cellule staminali ancora presenti all’interno del cuoio capelluto. Il PRP è una terapia che non comporta alcun rischio per la salute  poiché non provoca reazioni allergiche o altri effetti collaterali trattandosi del sangue del paziente stesso.

Terapia con Lampada Fotodinamica
La terapia con Lampada Fotodinamica consiste nell’applicazione di fotoni di luce led che stimolano gli strati più profondi della pelle. Aiuta a frenare la caduta dei capelli e ne stimola la crescita migliorandone inoltre la qualità.

Autotrapianto dei Capelli

A differenza degli altri due, questo intervento non fa propriamente ricrescere i capelli ma serve a rinfoltirli prendendoli da aree della cute dove ce n’è in abbondanza. L’autotrapianto F.U.E. consiste nel prelevare i capelli, uno alla volta da una zona della nuca, per poi innestarli attraverso uno speciale strumento nell’area del cuoio capelluto che si intende rinfoltire. Il motivo per cui l’autotrapianto di capelli F.U.E. funziona meglio delle altre tecniche chirurgiche è dovuto al fatto che sono le unità follicolari ad essere prelevate. Il vantaggio dell’autotrapianto è l’impossibilità di qualunque reazione di rigetto da parte dell’organismo perché i follicoli vengono prelevati dal paziente stesso.

Clinic Medical Beauty utilizza solo tecnologie all’avanguardia efficaci per questo tipo di problema. Prenota ora il tuo consulto gratuito con uno dei nostri specialisti e scopri la soluzione più adatta alle tue esigenze!

Foto indicativa: i risultati possono variare in base alle predisposizioni anatomiche e alla condizione iniziale del paziente